Sei un blogger? Beato te che cazzeggi tutto il giorno su internet

 



Sei un blogger ? Beato te che cazzeggi tutto il giorno su Facebook, ma ti pagano per scrivere sul web? Il tuo non è un lavoro, stai dietro un computer a scrivere due cavolate. Lavoro? Non sai neanche che vuole dire tu che lavori 10 minuti al giorno per scrivere sul tuo blog.

Dite la verità quante volte vi siete sentiti dire queste frasi? Tranquilli è normale quando non si sa di quello che si parla visto che è anche una figura nuova, quindi poco conosciuta. Teniamo conto anche che tutto quello che gira intorno al web è visto sempre come una perdita di tempo, ma questo è dovuto alla mentalità ristretta di questo paese che non vede mai in maniera positiva l’innovazione (specialmente se tecnologica).

La maniera migliore per spiegare che il blogger non perde tempo è fare vedere a tutti una sua giornata tipo. Pronti? Via !!!

 

LA GIORNATA TIPO

Un blogger professionista lavora molte ore alla settimana, molte di più di un normale dipendente, week end e festivi compresi. Solitamente la giornata è ben schedulata perché non può permettersi di perdere tempo. La sua fonte di guadagno è lo scrivere, se perde tempo non scrive e se non scrive non guadagna.

Sveglia ore 7.00 colazione si lava e si veste. Alle ore 8.00 inizia la sua giornata. La prima attività è quella di controllare l’email e di leggere i vari feed ai quali è abbonato (il blogger scrive molto ma legge anche molto). Questa attività porta via 1 ora/1,5 ore a seconda della quantità di email e di feed da leggere.

La seconda attività è quella più dura, la fase creativa. Questo è il momento dove il blogger inizia a pensare, a buttare giù appunti, a fare bozze, approfondire, cercare le fonti,  scrivere e cancellare fino ad arrivare al post definitivo. Questa attività può portare via dalle 3 alle 5 ore e visto che un blogger non scrive solamente un post al giorno, ma solitamente lavora per più blog questa attività deve essere moltiplicata per il numero di post da pubblicare.

Una volta che il post è pubblicato sul blog inizia la fase di sponsorizzazione, ovvero dobbiamo fare conoscere il nostro articolo. Quindi dobbiamo passare un po’ di tempo sui vari Social Network (Facebook, Google+, Twitter etc..) per fare attività di PR. Questa attività porta via 1/1,5 ore.

Un blogger professionista, come tutti i professionisti, ogni tanto ha bisogno di un aggiornamento professionale. Questo aggiornamento può comprendere un vero e proprio aggiornamento di conoscenze tecniche e non, ma anche semplicemente l’aggiornamento del proprio blog (tema, plugin, aggiornamenti piattaforma etc.). Questa attività non ha una stima precisa.

Queste sono le attività di base, se vogliamo la routine, ma c’è da dire che il vero blogger professionista non stacca mai. E’ sempre pronto a scrivere anche quando è in metro, dal dottore o in fila alla posta. Infatti lo vedrai sempre con un tablet pronto a prendere appunti, perché la lampadina si può accendere in qualsiasi momento.

 

CONCLUSIONI

Quando arriva la sera e il blogger professionista sta per spegnere il proprio computer (di solito non mai prima della mezzanotte) troverà ancora qualche minuto per rileggere nuovamente il suo ultimo post o per leggere le ultime news.

Se l’articolo è stato di vostro gradimento condividetelo il più possibile su tutte le piattaforme di Social Network.

Ad maiora

 

SOCIAL MEDIA CONSULTANT CONSIGLIA

 

Andrea Toxiri

Info su Andrea Toxiri

Il mio esordio nel mondo informatico risale al 1994 con un favoloso Amiga 500, invece il mio primo "giro" sul web risale al 1999 grazie a un modem 56k ... dal quel momento la mia vita è sempre stata online. Dal 2009 ho approfondito le mie conoscenze sulla comunicazione digitale (blog, SEO, siti web, Social Media, web marketing). Gestisco due blog dove si parla di Tecnologia, Social Media, Comunicazione e Web Marketing.
Con le parole chiave , , , , , , , , , , , , . Aggiungi ai preferiti : permalink.
  • […] Sei un blogger? Beato te che cazzeggi tutto il giorno su internet  […]